11.19.2009

Quando quel casellario è di tutti

Intervista a Marco Perduca: Quando quel casellario è di tutti

• da la Voce Repubblicana del 17 novembre 2009

di Lanfranco Palazzolo

Non è giusto che le squadre di calcio abbiano accesso al casellario giudiziario. Lo ha detto, a proposito della tessera del tifoso, Marco Perduca, senatore radicale eletto nelle liste del Pd.
Senatore Perduca, perché siete contrari alla tessera del tifoso?
"Non esiste una norma di legge chiara che istituisce la tessera del tifoso. C`è stata solo un`ordinanza emessa dal ministro degli Interni Roberto Maroni a ferragosto, nella quale si rendeva obbligatoria, per tutti i tifosi che volessero seguire la propria squadra in trasferta nel settore degli ospiti, una sorta di affiliazione con la propria società sportiva che implicasse il costo di una decina di euro. Ma senza questa tessera non si può entrare in uno stadio".
Che tipo di problemi ha creato questa tessera?
"Il tifoso che non ha la tessera non può seguire la propria squadra in trasferta. Il problema è che per rilasciare questa tessera occorre che la società sportiva del tifoso acceda al casellario giudiziario, controlli la sua fedina penale e decida se dare o non dare la tessera al supporter della squadra. Nella tessera ci possono essere i reati commessi dal tifoso ed eventuali diffide. Ricordiamo che un decreto del 2007 dei ministro dell`interno Giuliano Amato, emanato all`indomani dell`assassinio di Raciti a Catania, ha stabilito che il tifoso oggetto di una diffida non potrà più mettere piede in uno stadio di calcio perché si ritiene che questa persona possa creare dei problemi di ordine pubblico".
Quali sono le vostre perplessità su questi fatti e sul ruolo delle società sportive?
"Non si capisce perché una società sportiva di calcio possa avere libero accesso al casellario giudiziario. Inoltre è chiaro che le regole per l`accesso allo stadio dei tifosi sono troppo severe. Si pone anche un problema di costituzionalità della norma. L`accesso in un luogo aperto al pubblico, come sono tutti gli stadi italiani, avverrebbe con una tessera a pagamento".
Qual è stata la risposta delle società di calcio?
“All`inizio i grandi club erano favorevoli a questa ipotesi. Si può anche pensare che siano state le società stesse a suggerire a Maroni questa tessera. Poi si sono pronunciate le società più piccole. che hanno fatto presente che avrebbero avuto delle difficoltà con questa tessera.
Quali sono le caratteristiche tecniche di questa tessera?
"Dovrebbe fungere da telepass con una tecnologia molto più complessa. Il tifoso passa davanti ad uno scanner con la tessera. I suoi dati vengono memorizzati e il tifoso può entrare. Questo sistema costa molto. E all`interno di questo programma ci sono società come Autogrill, Ferrovie dello Stato e alcune banche. La maggior parte dei proventi non andrebbero alle squadre di calcio. Ecco perché all`interno dei club è sorto più di un dubbio".

1 comment:

JanuskieZ said...

Hi... Looking ways to market your blog? try this: http://bit.ly/instantvisitors